Vote For Alessandro Angrisano

Alessandro Angrisano Produzioni Musicali



Indietro



Democrazia: il nuovo Album dei RadioAut


"Democrazia" è un disco frutto dell'insoddisfazione sociale che tutti subiscono e che allo stesso tempo ignorano. In un momento storico in cui l'arte, e in particolar modo la musica, rappresentano gli ultimi sistemi di comunicazione senza censura, i RadioAut dicono la loro sul precariato, sulla "non" democrazia, sulla questione palestinese, sulle discriminazioni razziali, sull'ipocrisia e la corruzione dell'attuale classe politica e infine sulla questione meridionale, da considerare come risorsa e non come un problema.

(del 17/12/2015 alle 22:51:50, in News, letto 1303 volte)   Articolo (p)Link  Stampa Stampa
 

“Inside” l'album del pianista Ivan Iarrobino


L’album “Inside”, delicato e sognante, di Ivan Iarrobino – giovane compositore e pianista italiano – è un viaggio sensoriale dentro – proprio “dentro” come da titolo – la sfera emozionale di un giovane musicista sospeso tra sogni e rabbia e appeso al suo solitario pianoforte.
Sin dalle prime note della prima traccia, Around sky, si avverte quello scorrere del tempo difficile da cogliere, sempre uguale sempre diverso; il brano segue un fluido morbido come se tutto fosse nuovamente sospeso tra indifferenza e gioia nella ricerca del nuovo. E’ un viaggio alpino tra il calpestio di soffice neve e le rasoiate a folate di un vento che non dà tregua; un giro, appunto, attorno a un cielo mutevole.
Behind Keith apre con tutta l’inquietudine di un mattino grigio nell’animo, di una tempesta in alta quota che toglie ogni possibilità di visuale e l’autore, poi, sembra voglia indicare, piano piano, la via d’uscita da tale grigiore con note via via sempre più calde e vive… nel finale passaggi epici ed emozionanti.
Bell’s end è subito un colpo al cuore, una danza nel calmo vento dell’amore, così bella così dolce che insegna anche al compositore il facile terreno da battere per seguire quella flebile traccia che conduce al sorriso. Europa Latina è una “ballata rock” al piano, ascoltarla immobili è impossibile, sale un fremito desideroso di movimento.
Heart Angel fa da colonna sonora al godere di attimi intimisti su di una vetta a mirarne il panorama tutt’intorno. E’ quel soffio di vento, o forse no, a farti avvertire che un brivido si sta impossessando del tuo corpo; sono gli archi, sono le dita che sfiorando il piano sfiorano la tua pelle ed il cuore di un angelo inizia a battere all’impazzata.
Heaven summer è limpida come il cielo d’estate, è una delle tracce dove Iarrobino si fa accompagnare da passaggi strumentali ed il risultato è notevole perché va a toccare e a far vibrare le corde emozionali dell’ascoltatore in maniera non banale e ripetitiva ma con passaggi originali. E’ un album, Inside, che non va in crescendo, il compositore sin dal primo brano dà il segno inequivocabile del suo messaggio e Johnny rientra appieno in tale mission. Qui a parlare è solo il piano e sembra raccontar dapprima di un chiodo fisso che non ci abbandona ma che piano piano lascia spazio ad altri spazi fatti di favole e fate, altri spazi fatti di boschi e di gnomi.
Ninna nanna ti coccola in una sera d’inverno accanto al fuoco in un rifugio alpino e conduce il pensiero a ciò che di bello hai vissuto in quella giornata e ti addormenti al tepore del desiderio del domani. In Non lo so torna l’inquietudine del vuoto, del dirigere lo scorrere dello sciogliersi delle nevi ma tale ricerca sembra essere solo mentale perché la pace che infonde questo brano sembra condurci silenziosamente al cospetto della bellezza di un circo glaciale. Forse Solis, ma non c’è bisogno di giungere all’ultima traccia per comprenderlo, dà consapevolezza del genio di questo giovane compositore italiano – di cui sentiremo parlare – che pare seguire le orme dell’emotività del miglior Ludovico Einaudi e della sperimentazione del miglior Keith Jarreth. Ascoltata Solis… la si continua a canticchiare ed è certo che tale canticchiare ti accompagnerà per l’intera giornata…

recensione di Fabio Zampetti su Mountlive.com
(del 30/07/2015 alle 13:11:41, in News, letto 1442 volte)   Articolo (p)Link  Stampa Stampa
 

Debutto per TOGHETER


Grande successo per l’Ouverture Gospel Family, il coro gospel irpino che domenica ha presentato il suo primo album Together.
Al Teatro Comunale di Ariano Irpino, i dodici ragazzi dell’Ouverture hanno tenuto un concerto di presentazione del loro primo album, patrocinato dalla Regione Campania e composto da 7 brani gospel standard e 3 brani inediti scritti da Barbara Vesce direttrice del coro e Giuseppe Tete il direttore del Centro Didattico Musicale Ouverture di Fontanarosa, nonché chitarrista del coro.

Nell’occasione, l’Ouverture Gospel Family ha ricevuto i complimenti del sindaco di Ariano Irpino (AV), nonché Presidente della Provincia di Avellino, Domenico Gambacorta che ha assistito al concerto.

In vista delle festività natalizie, intanto, si infittisce il calendario degli eventi del Christmas Tour.
A dicembre saranno in giro per l’Irpinia: il 27 a San Mango sul Calore, il 28 ad Avellino, il 29 a Bagnoli Irpino e il 30 a Paternopoli.
L’anno nuovo, invece, comincerà a Mercogliano il 3 gennaio, mentre il concerto per l’Epifania si terrà a Montefusco il 6 gennaio.
(del 24/12/2014 alle 13:34:16, in News, letto 1327 volte)   Articolo (p)Link  Stampa Stampa
 

I brani degli ZekeTAM scelti per colonna sonora


Alcuni brani estratti dall'album "TIEMPO" degli ZekeTAM faranno da colonna sonora al film di Carlos Solito sulla nostra terra: "il fiume giovane".
Il film verrà proiettato in anteprima in occasione del "Premio Sele d'Oro Mezzogiorno" che si terrà ad Oliveto Citra (SA) dal 5 al 13 settembre 2014.

Produzione musicale by ANGRISANO/BENVENUTO edzioni musicali
(del 03/09/2014 alle 16:04:20, in News, letto 1860 volte)   Articolo (p)Link  Stampa Stampa
 

"Tarantella for Africa" colonna sonora dell'iniziativa

TARANTELLA FOR AFRICA, una delle nostre ultime produzioni:



la Colonna Sonora dell'omonima iniziativa umanitaria che si svolgerà dall'1 al 3 agosto prossimi nell'affascinante centro storico di Montemarano (AV), dove si attendono anche le telecamere di RAI 2.

Prodotta da Alessandro Angrisano e Roby Benvenuto, registrata da Antonio Pannese e interpretata dagli ZekeTAM.

Ascoltala su Youtube
(del 28/07/2014 alle 12:30:34, in News, letto 1632 volte)   Articolo (p)Link  Stampa Stampa
 

Nuovo disco in uscita per gli ZekeTAM



In uscita a giugno il nuovo lavoro discografico per la etno-band "ZekeTAM" intitolato "TIEMPO" alla riscoperta dell'Irpinia e del sud Italia. Lunedi 26 maggio in uscita su youtube il video con il brano "quanta meraviglia".
(del 26/05/2014 alle 09:14:47, in News, letto 2893 volte)   Articolo (p)Link  Stampa Stampa
 

Nuovo disco degli ZekeTAM

S'intitola "SI DIO VOLE" l'ultimo lavoro discografico degli ZekeTAM, la band di musica Ethno-POPolare.

 

La ricerca, la valorizzazione e la riproposizione personalizzata della tradizione musicale della propria terra d’origine, l’IRPINIA

Una combinazione tra melodie antiche e sonorità innovative, modellata da svariate ritmiche possenti e dinamiche.

Toni Cipriano: voce, chitarra battente, fisarmonica, organetto.
Antonio Grieco: chitarra elettrica, chitarra acustica.
Giuseppe Ranaudo: basso elettrico.
Simone Cipriano: tamburello, percussioni.
Carmen Grella: voce, cori.

http://www.youtube.com/watch?v=24kPDO44rJ0&feature=share

(del 11/07/2013 alle 15:06:20, in News, letto 17811 volte)   Articolo (p)Link  Stampa Stampa
 

Elezioni SIAE: Acep e AudioCoop per una SIAE di Tutti!



Acep ed AudioCoop, dopo aver impugnato dinanzi al TAR il nuovo Statuto della SIAE, che in sede di votazione assegna ai suoi associati “un voto per ogni euro incassato” e nell'attesa che i Giudici si pronuncino, hanno deciso di partecipare alle elezioni SIAE del 1° marzo 2013.
Mentre le liste dei grandi Autori ed Editori cercheranno di assumere il controllo e la governance della SIAE, Acep ed AudioCoop avranno come unico obiettivo quello di riuscire a riportare nel nuovo Consiglio di Sorveglianza anche la voce di tutti quegli Autori ed Editori che sono il 98% della base associativa, e che, altrimenti, rischierebbero di vedersi drammaticamente ridurre i propri proventi.

Le recenti scelte della gestione commissariale, quali il “voto per censo”, l'improvviso ed elevato aumento delle quote associative e le ripartizioni sempre meno analitiche, hanno finito con il danneggiare sempre e solo quella parte degli associati SIAE che, anche senza avere grandissimi incassi, hanno fatto dell'arte e della creatività la loro passione, il loro lavoro, la loro mission.

La SIAE non può finire nelle mani dei soli Editori multinazionali e dei grandi Autori: LA SIAE E' DI TUTTI!

ACEP - Associazione Autori, Compositori e Piccoli Editori

www.assoacep.com  - news@assoacep.com   
Via Flaminia, 185/B - 47923 Rimini (RN)
Tel. 0541 307371 - Fax 0541 630064 - Cell. 336 378555

AudioCoop - Coordinamento tra le Etichette Discografiche Indipendenti in Italia
www.audiocoop.it - comunicazioni@audiocoop.it   
Via della Valle, 71 - 48018 Faenza (Ra)
Tel. 0546 24647 - Cell. 349 4461825

Roma, 11 febbraio 2013

(del 14/02/2013 alle 09:17:30, in News, letto 10497 volte)   Articolo (p)Link  Stampa Stampa
 

Impugnato il nuovo Statuto della SIAE


LA SIAE E' DI TUTTI:
ACEP, ARCI e AUDIOCOOP impugnano il nuovo Statuto della Siae.

Acep, Arci, AudioCoop e numerosi autori ed editori italiani hanno appena notificato, assistiti dagli avvocati Scorza e Giurdanella, alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, al Ministero per i Beni e le Attività Culturali, al Ministero dell’Economia, al Commissario Straordinario della SIAE Gian Luigi Rondi, ai due subcommissari Paolo Stella Richter e Domenico Luca Scordino nonché alla SIAE un ricorso con il quale hanno chiesto al TAR Lazio di accertare e dichiarare l’illegittimità del nuovo Statuto della SIAE.

Alla base dell’impugnazione la circostanza che il nuovo Statuto attribuisce, in maniera pressoché esclusiva, la governance della società agli associati più ricchi ovvero a quelli che beneficiano delle somme maggiori in sede di riparto dei diritti d’autore incassati dalla SIAE.
Secondo il nuovo Statuto, infatti, ogni associato ha diritto, in assemblea, ad un voto più un voto per ogni euro incassato.
In questo modo le delibere assembleari relative, essenzialmente, alla nomina del Consiglio di Sorveglianza al quale lo Statuto affida, sostanzialmente, la totalità delle scelte relative alla vita dell’Ente, dipendono esclusivamente dagli associati più ricchi ovvero i grandi editori musicali facenti capo a poche multinazionali straniere e i grandi cantautori della musica leggera italiana.
"Una ventina di associati – in forza delle nuove regole – potrà governare la Società anche contro il volere e le indicazioni degli oltre 100 mila iscritti.
La SIAE è, invece, di tutti gli associati giacché tutti hanno eguali obblighi a cominciare dal pagamento della quota associativa" dichiarano Roberto Rinaldi, Presidente di Acep, Carlo Testini, Responsabile Nazionale Cultura dell'Arci, e Giordano Sangiorgi, Presidente di AudioCoop.
Secondo i ricorrenti, peraltro, l’adozione ed approvazione del nuovo Statuto è solo l’ultimo atto di un disegno più complesso ordito con la ferma volontà di estromettere la maggioranza della base associativa dalla gestione della Società a favore dei soli associati più ricchi.
L’attuazione di tale disegno è iniziata con l’adozione del decreto di Commissariamento della società che le Autorità vigilanti non avevano il potere di adottare e del quale, pure, i ricorrenti hanno chiesto ai Giudici, l’annullamento.
Ai giudici amministrativi i ricorrenti hanno, anche, chiesto di sospendere in via cautelare l’efficacia dello Statuto, al fine di scongiurare il rischio che le prossime elezioni del Consiglio di Sorveglianza fissate per il 1° marzo si svolgano secondo le nuove regole, consegnando la SIAE in mano ai soli associati più danarosi.
L’apporto e la produttività artistica e culturale di un autore o editore non può e non deve essere ridotta ad un fatto puramente economico e non c’è, dunque, ragione per affidare la SIAE – alla quale lo Stato attribuisce il compito di promuovere e tutelare, nell’interesse di tutti, il sistema culturale – nelle mani di un manipolo di editori ed autori più ricchi degli altri.

Roma, 8 gennaio 2013

Associazione ACEP - Autori, Compositori e Piccoli Editori
Sito: www.assoacep.com  
E- mail: news@assoacep.com  
Via Flaminia, 185/B - 47900 Rimini (RN)
Tel. 0541 307371 - Fax 0541 630064 - Cell. 336 378555

Arci
Associazione Ricreativa Culturale Italiana
Sito: www.arci.it  
E-mail: ufficiostampa@arci.it  
Via Monti di Pietralata, 16 - 00157 Roma
Tel. 06.41609267 - Fax 06.41609269

AudioCoop
Coordinamento tra le Etichette Discografiche Indipendenti in Italia
Sito: www.audiocoop.it  
E.mail: comunicazioni@audiocoop.it  
Via della Valle 71 - 48018 Faenza (Ra)
Tel. 0546.24647 - Cell. 349 4461825

(del 11/01/2013 alle 16:48:15, in news, letto 16378 volte)   Articolo (p)Link  Stampa Stampa
 

"Un'altra stella 2012": i vincitori

Si è concluso a Fontanarosa (AV) il 6° Festival Nazionale della Canzone dei Bambini “Un’altra Stella”, che si è svolto il 17 Agosto 2012. La manifestazione nata da un idea di Biagio Di Fronzo e del M° Giuseppe Tete, ha riscosso un grande successo di pubblico e, seppure impostata come concorso canoro, ha voluto creare un momento di convivenza e di confronto dedicato solo ed esclusivamente ai bambini. Altro scopo della manifestazione è la sensibilizzazione alla solidarietà in tutte le sue forme. Infatti delle canzoni inedite in gara è stato prodotto un cd musicale curato dalle edizioni musicali Alessandro Angrisano ed il ricavato della vendita del cd sarà, come ogni anno, devoluto in beneficenza.
La gara ha visto 12 bambini che hanno interpretato altrettanti brani inediti, accompagnati da una band dal vivo. La giuria di esperti, presieduta da Loretta Martinez (vocal coavh di "Amici") ha elogiato la manifestazione sottolineando l'importanza di offrire a giovanissimi talenti un palco ed un momento per immergersi nel mondo della musica, e ha deciso alla fine di premiare:
1° canzone classificata: "Cosa voglio di più" (musica di Alberto Flavio Fulgoni e testo di Dora Vuolo Famiglietti) – cantata da Giulia Fredianelli (da Certaldo - Firenze);
2° canzone classificata: "L'amico diario" (musica di Ernesto Tellini e testo di Sabrina Mantovani) – cantata da Giuseppe Lo Russo (da Gravina di Puglia - BA);
3° canzone classificata: "Il dottor sorriso" (testo e musica di Daniele Trivelli) - cantata da Serena Grasso (da Ariano Irpino - AV).
Inoltre il premio della critica al miglior testo è stato vinto da Barbara Vesce con il brano "Ne vale la pena" mentre il premio alla migliore voce se l'è aggiudicato il giovane Angelo Moccia che ha cantato il brano "Canterò per te" (musica di Rino Piccione e testo di Francesco Bonagura)
L’evento di quest’anno, ha avuto il patrocinio della Provincia di Avellino, dell’Ente Provinciale per il Turismo di Avellino, del Comune di Fontanarosa, dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Avellino, del Conservatorio Statale di Musica “Domenico Cimarosa” / Istituzione di Alta Cultura di Avellino, della Croce Rossa Italiana - Comitato Provinciale di Avellino.
(del 18/08/2012 alle 12:01:08, in News, letto 11406 volte)   Articolo (p)Link  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4